lunedì 14 agosto 2017


Domani è Ferragosto, se sarete costretti a passarlo in casa vi consiglio il film "Il giorno in più" che vi farà divertire ;)
Vi scrivo una breve trama: Giacomo Pasetti(Fabio Volo) è un quarantenne dedito al lavoro di manager ma allergico alle responsabilità e alle relazioni finalizzate al matrimonio. La sua ultima ragazza per la rabbia gli butta le chiavi dell'auto in un naviglio, così è costretto a prendere il tram per andare al lavoro. Durante il viaggio Giacomo si mette a osservare i passeggeri del mezzo e tra loro rimane colpito da una donna, che lo nota di sfuggita; nel frattempo conduce la sua vita scapestrata: conquistare donne sposate e fare disperare la sua migliore amica Silvia e sua madre(Stefania Sandrelli). Tutti i giorni Giacomo intravede la donna del tram e con il passare del tempo ne è sempre più attratto, tanto da inventare una storia d'amore per sfuggire dalle attenzioni di una donna, che non gli piace, e racconta questa bugia a tutti quelli che conosce. Un bel giorno la donna del tram lo invita a bere un caffè e Giacomo le rivela che ha inventato tutto su di lei e su di loro. Michela(Isabella Ragonese) è spaventata da lui e cerca di scappare, ma Giacomo le corre dietro per restituirle il suo accendino e la invita a cena. Mentre mangiano si confidano le loro idee e Giacomo scopre che a Michela non piacciono le storie d'amore perché finiscono sempre male e, quando si devono salutare, lo informa che il giorno dopo andrà a New York per lavoro e le sembrava giusto dirglielo. Giacomo si sente depresso perché per la prima volta in un giorno solo ha incontrato la donna dei suoi sogni. Mal volentieri accetta un incarico a Buenos Aires, solo che quando fa scalo negli Stati Uniti raggiunge New York. Cerca Michela e quando la trova le chiede un'opportunità. A Giacomo viene in mente un'idea, ovvero fare finta di essere fidanzati per quattro giorno e vedere se possono funzionare insieme. Tutto però sempre correre contro di loro.
E' una storia carina, anche se Giacomo assomiglia più a uno stalker che ad un innamorato. Poi in questo film mi piace lo scenario autunnale con tutti gli alberi con le sfumature sull'arancio e i colori caldi dell'autunno.

lunedì 7 agosto 2017


Oggi vi parlerò del libro "Quel ragazzo della porta accanto" di Josie Lloyd e Emlyn Rees. Mi incuriosiva la lettura di un libro scritto a due mani.
Vi scrivo una breve trama: Fred è un uomo schivo che lavora nel marketing e fra poche settimane si deve sposare con la bella e modaiola Rebecca. Gli piace l'idea di diventare suo marito per il bel rapporto che ha instaurato con il padre di lei, dato che con il suo non c'è mai riuscito. Un giorno, in cui la fidanzata è a Oslo per lavoro, Fred va nel negozio di giocattoli per comprarsi un videogioco e incontra Mickey, la sua migliore amica dell'infanzia. Appena si guardano negli occhi, entrambe si studiano per riprendere confidenza con l'amico che da quindici anni non rivedono. Presa dall'agitazione Mickey gli racconta che è lì per comprare un aquilone al figlio Joe e lo invita ad andarla a trovare nel suo negozio di fiori. Lei crede di essersi comportata come una scema impacciata ed è convinta che non lo rivedrà più; invece Fred si presenta in negozio e riesce a chiacchierare con Joe diventando suo amico. I ricordi del passato si frappongono con il loro presente e Fred e Mickey non ce la fanno a stare troppo lontani l'uno dall'altra, ma c'è di mezzo il matrimonio di Fred con Rebecca che li fa desistere dal confessare all'altro i propri sentimenti.
L'inizio è un po' lento e noioso ma dopo l'incontro nel negozio di giocattoli la storia prende quota ed è dolcissima con due personaggi teneri e inseparabili.