giovedì 25 dicembre 2014

Buon Natale a tutti!
avete già aperto i regali?! Per questo Natale ho ricevuto dei bellissimi doni, molto utili, e tanti libri, che appena finirò di leggere vi recensirò. Fra poco mi attenderà il pranzo di Natale, che mia mamma ha preparato con tanto impegno e non vedo l'ora di mangiare:) Adesso vi saluto con il disegno realizzato da mia sorella Carlotta e vi rinnovo gli auguri di Buon Natale, Merry Christmas, Bon Noël, Feliz Navidad, Fröhliche Weihnacht...

mercoledì 17 dicembre 2014


 
Ieri, facendo shopping per i regali di Natale, mi è venuta voglia di vedere il film "Serendipity - Quando l'amore è magia".
Vi scrivo una breve trama: In un centro commerciale di New York Jonathan Trager(John Cusak) e Sara Thomas(Kate Beckinsale) discutono per l'ultimo paio di guanti rimasto sull'espositore. Si trovano simpatici così decidono di entrare nella caffetteria "Serendipity", dove chiacchierano e si conoscono meglio. Jonathan poi la porta a pattinare a Central Park e Sara alla fine della serata decide di lasciargli il suo numero di telefono, ma una folata di vento fa volare via il bigliettino. Sara, che crede nei segni del destino, si rifiuta di riscrivere il numero. Jonathan, però, insiste così lei accetta solo se il destino vorrà farli incontrare di nuovo, così gli fa scrivere il numero su una banconota da cinque dollari e lei su un libro, che rivenderà in un negozio dell'usato. Dopo molti anni Jonathan è in procinto di sposarsi con Ally e Sara riceve una proposta di matrimonio dal fidanzato Lars, solo che entrambi continuano a pensare al loro breve incontro. Il primo ad esplodere è Jonathan, che con l'aiuto dell'amico Dean comincia le ricerche. Mentre Sara, dopo l'ennesimo rinvio per i concerti di Lars, fa un regalo di compleanno all'amica Eve, ovvero un week end a New York, con lo scopo segreto di trovare Jonathan. Durante le loro ricerche rischiano di incontrarsi diverse volte e, quando tutto sembra perduto, il destino ci mette lo zampino.
E' un film dolcissimo, in cui il destino ne combina di tutti i colori regalando un bel lieto fine.

lunedì 8 dicembre 2014

Buona festa dell'Immacolata a tutti!
anche quest'anno a casa mia ci siamo messi sotto con le decorazioni. Abbiamo cominciato ieri con il presepe e oggi abbiamo concluso con l'albero, i vetri, le porte... insomma tutta casa è un elogio per il Natale che quest'anno attendiamo con ansia:) Adesso vi lascio con la foto del presepe...

martedì 2 dicembre 2014


Oggi vi parlerò del libro "Storia di una ladra di libri" di Markus Zusak. Questo libro me l'ha regalato una mia amica per il mio compleanno.
Vi scrivo una breve trama: Nel 1939 la Morte è impegnata a raccogliere le anime dei morti causati dal conflitto della Seconda Guerra Mondiale. Durante il suo lavoro rimane affascinata da una bambina Liesel Meminger, che ha l'opportunità di incontrare tre volte e nell'ultima le sottrae un quaderno dalla copertina nera. Al suo interno trova scritto "La ladra di libri - breve storia di Liesel Meminger" e decide di raccontare la sua storia. Tutto comincia su un treno diretto a Monaco, in cui il fratello di Liesel muore e la Morte incontra per la prima volta la bambina. Dopo il funerale Liesel ruba il suo primo libro "Manuale del necroforo" e subito dopo prosegue con la madre il viaggio fino a Monaco, precisamente nella Himmelstrasse, dove la stanno attendendo i suoi genitori adottivi. Rosa è una donna burbera che la sgrida chiamandola Saumensch ma le vuole bene e poi c'è Hans Hubermann, che la conquista con i suoi modi dolci e la sua fisarmonica. Lui la consola, quando si sveglia di notte a causa dei suoi incubi e in quelle occasione le insegna a leggere. Nella Himmelstrasse Liesel conosce Rudy Steiner, colui che diventerà il suo migliore amico e la aiuterà a rubare altri libri. La guerra, però, si presenta anche nella Germania nazista e tutti quanti saranno costretti a vivere una serie di disavventure, che vedono protagonista anche un ragazzo ebreo Max, il quale accrescerà il piacere della lettura di Liesel.
E' un libro molto toccante. L'autore riesce a raccontare i disastri della Seconda Guerra Mondiale attraverso la voce della Morte e grazie alla bambina Liesel esalta il potere delle parole e la capacità dei libri di nutrire lo spirito nei momenti di difficoltà.

martedì 25 novembre 2014


Oggi vi parlerò del libro "La prima stella della notte" di Marc Levy. Quando l'ho visto  fra gli scaffali della biblioteca, non aveva la sovra copertina e l'ho preso lo stesso per il suo titolo.
Vi scrivo una breve trama: Adrian è un astrofisico che è alla ricerca della donna che ama. L'ultima volta che ha visto Keira è stato su una 4x4, in cui viaggiavano prima di finire fuori strada e affondare nel Fiume Giallo. Adrian non si dà pace nel cercarla perché è convinto che sia viva. Grazie a vari indizi lasciati dal collega Walter e un vecchio professore Ivory scopre che è ancora viva ma rinchiusa in un carcere cinese. Adrian la riporta in Europa e Keira, appena si riprende dallo choc, vuole riprendere il suo lavoro di paleontologa, da dove l'aveva lasciato prima dell'incidente. Adrian, che non la vuole più perdere, la segue ovunque e con in tasca i frammenti recuperati in scoperte precedenti, che unendoli fanno apparire una porzione di cielo, i due partono per i loro studi. Keira e Adrian conoscono vari scienziati e personaggi strani che li fanno viaggiare fino in Scozia, passando per la Siberia, approdando ad Amsterdam e tornando in Africa, dove avevano scoperto uno dei frammenti. Durante i loro viaggi Adrian e Keira rischiano più volte di essere uccisi, ma loro continuano i loro studi venendo a conoscenza di una strabiliante scoperta.
Il libro è lunghissimo e ricco di avventure, dettate dall'amore per la scoperta dei due protagonisti. Di tutto il libro mi è piaciuto questo racconto: "Vi è una leggenda secondo la quale il bambino nel ventre della madre conosce tutto sul mistero della creazione, dall'origine del mondo fino alla fine dei tempi. Alla nascita, un messaggero passa sulla culla e gli posa un dito sulle labbra affinché non sveli mai il segreto che gli è stato affidato, il segreto della vita. Questo dito appoggiato che cancella per sempre la memoria lascia un segno. Quel segno lo abbiamo tutti sul labbro superiore, io invece no. Il giorno in cui sono nato il messaggero si è dimenticato di farmi visita, e ricordo tutto..."

P.S. Per il Black Friday (in America è l giorno in cui inizia lo shopping natalizio), che capiterà il 28 novembre, Youcanprint offre un super sconto sull'acquisto dei suoi libri cartacei nel loro store on line. Basta inserire nell'area coupon BLACK40 e avrete lo sconto de 40%. La casa editrice, inoltre, sempre per il 28 fa un ulteriore regalo, ovvero se farete una spesa di almeno 30 euro non vi farà pagare la spedizione. Se per Natale non sapeste cosa fare di regalo, approfitterei dell'occasione perché un buon libro fa sempre piacere riceverlo, magari potreste regalare "A passo di tango" o "Un magico matrimonio" ;)

martedì 18 novembre 2014


Ciao a tutti,
per distrarsi dalle cose brutte servono un buon libro o della buona musica. Ieri è uscito il nuovo cd dei Nickelback, il mio gruppo preferito che seguo da quando li ho scoperti la prima volta con la canzone "How you remind me":) Il cd si chiama "No fixed address" e contiene undici tracce, che ho potuto già ascoltare grazie a youtube, in particolare "Edge of revolution" e "What are you waiting for?". Adesso vi lascio con il video che mi è piaciuto di più tra quelli che offriva youtube, nell'attesa di poter ascoltare tutte le altre comprando il loro cd :)
 

domenica 9 novembre 2014

Ciao a tutti!
sono felice di presentarvi il booktrailer di "Un magico matrimonio", anche se è molto semplice spero che vi possa piacere:)
Poi volevo anche parlarvi di un nuovo sconto che la casa editrice Youcanprint offre fino al 23 novembre su tutti i suoi libri. Questa volta lo sconto è del 30%. Se voleste acquistare "A passo di tango" o "Un magico matrimonio", per esempio, dovrete andare sullo store della casa editrice, cliccare acquista e una volta messo nel carrello troverete una scritta chiamata: "Se hai un codice coupon inseriscilo qui". Dovrete scrivere NATALE30 e inviare l'acquisto, così potrete avere i vostri libri con un bello sconto ;)
Ora vi lascio con il video del libro ;)

lunedì 3 novembre 2014


Oggi vi parlerò del libro "Giovani amanti" di Sybille Berg. Ho letto il retro della copertina, in cui c'era scritto un pezzo del libro: "Non importa cosa ci aspetta, sarà sempre meglio di quello che abbiamo lasciato. Sarà qualcosa di nuovo" e non potevo non prenderlo.
Vi scrivo una breve trama: Anna e Max sono due ragazzi di quattordici anni che vivono in Turingia durante il regime sovietico. Le loro case sono vicine ma non si sono mai incontrati. Anna ha una madre alcolizzata che non la considera molto, mentre Max vive con il padre poliziotto il quale non gli dà mai un po' di attenzione. Un giorno Max, tornando a casa da scuola, si imbatte nella madre di Anna, trovandola a terra svenuta, così va a cercare la ragazza e l'aiuta a riportare a casa la donna. Una volta messa sul letto i due ragazzi si mettono a chiacchierare e scoprono di avere molte cose in comune, tanto da non voler più stare l'uno senza l'altra.  Max all'imbrunire propone ad Anna di fuggire e lei senza esitare lo segue. Insieme iniziano un viaggio per i paesi dell'Unione sovietica con l'intento di raggiungere il Mar Nero e da lì l'Italia o l'Olanda. Durante il loro viaggio scoprono i diversi paesi che attraversano, conoscendo culture diverse accomunate dallo stesso regime e incontrano incredibili personaggi che li portano a vivere situazioni rocambolesche. Alla fine Anna e Max riescono a raggiungere il mare e salpano verso il loro ignoto futuro.
E' stata un bel libro che ha affrontato diverse problematiche. La cosa che mi è piaciuta di più è stato leggere il modo libero e spensierato di vedere il mondo e approcciarsi ai sentimenti dei due protagonisti.

giovedì 30 ottobre 2014

Ciao a tutti!
il 30 ottobre di un anno fa ho iniziato a scrivere questo blog. Sembra ieri quando ho pubblicato il primo post (se non ve lo ricordaste cliccate qui); invece è trascorso un anno in cui vi ho assillato con le recensioni sui libri e i film:) Spero comunque di avervi fatto trascorrere qualche minuto allegro e ho intenzione di tediarvi ancora per un po',  aspettando i vostri commenti sui post e sui i miei libri;)

 
P.S. Per domani vi auguro Buon Halloween ;->

mercoledì 22 ottobre 2014


Oggi vi parlerò del libro "Ma l'amore non finisce" di Sheila O'Flanagan. L'ho preso in prestito in biblioteca perché mi incuriosiva la trama.
Vi scrivo una breve trama: Darcey McGonigle vive a Dublino e ha una brillante carriera nella finanza. La sera del suo trentaquattresimo compleanno trova nella cassetta della posta l'invito al matrimonio della sua ex migliore amica Nieve con il suo ex fidanzato Aidan. Darcey non sa come comportarsi; nel frattempo la società per cui lavora viene incorporata in una più grande. Il timore di perdere il lavoro per la sua amica Anna è forte ma, quando vede comparire il nuovo dirigente Neil, anche Darcey comincia a preoccuparsi. La data del matrimonio di Nieve e Aidan, intanto, si avvicina e Darcey decide di parteciparvi, nonostante Neil le ripeta di non farlo. La sera prima delle nozze, però, una brutta notizia fa fuggire la sposa, così sarà Darcey ad aiutare Aidan a ritrovarla. Dopo quel week end di fuoco Darcey capisce di non provare più rancore per Nieve e Aidan e che i suoi sentimenti sono tutti per l'uomo ricomparso dal suo passato, che aveva fatto soffrire terribilmente.
Vi consiglio di leggerlo perché è divertente e con una serie di flashback si conosce sempre di più la protagonista. Una donna umile che ha sempre sofferto a causa di alcuni uomini della sua vita, ma anche lei ha il suo lieto fine.

P.S. La casa editrice Youcanprint offre fino alla mezzanotte del 31 ottobre un nuovo codice sconto PROMO25 che potrete inserire nell'area apposita dopo aver messo i vostri acquisti nel carrello dello store di Youcanprint. Se non aveste ancora comprato "A passo di tango" o "Un magico matrimonio" magari potreste usufruire del coupon;)

martedì 14 ottobre 2014


Ieri per staccare un po' dal disastro causato dall'alluvione che si è abbattuta sulla mia città (e non solo), ho visto il film "La fontana dell'amore"(il suo titolo originale è "When in Rome"), dato che per uno dei personaggi del mio libro "Un magico matrimonio" mi sono ispirata all'attore protagonista, ovvero Josh Duhamel.
Vi scrivo una breve trama: Beth Murphy(Kristen Bell) è una giovane curatrice del museo Guggenheim di New York. Ottiene grandi successi sul lavoro, ma è sfortunatissima in amore. Dopo una bellissima mostra trova ad attenderla nel suo appartamento la sorella Joan, che le annuncia le sue imminenti nozze con il fidanzato italiano Umberto. Beth, presa dall'organizzazione di un'altra mostra, parte lo stesso per Roma per partecipare al matrimonio della sorella minore. Durante il ricevimento si invaghisce di Nick Beamon(Josh Duhamel), un giornalista americano, che sembra contraccambiare il suo interesse. Spinta dai consigli del padre, Beth decide di conquistarlo, solo che vede Nick baciarsi con un'altra e disperata si ubriaca. Sotto l'effetto dell'alcol mette i piedi dentro la "fontana dell'amore" e intavola un discorso con la statua sfidandola; infatti ruba alla fontana cinque monete e se le porta via. Tornata a New York Beth incontra quattro personaggi esilaranti che dicono di amarla alla follia, ma lei ha solo occhi per Nick, che lo crede anche lui sotto l'effetto della magia della fontana.
E' un film che dovete vedere assolutamente perché è ricco di colpi di scena e non si può fare a meno di ridere. La scena più divertente ha come protagonista un'auto piccola, vecchia e gialla che schizza per le strade trafficate di New York. Il film è anche romantico e non poteva essere altrimenti con un protagonista come Josh Duhamel;)

lunedì 6 ottobre 2014


Oggi vi parlerò del libro "Un'ottima annata" di Peter Mayle. Questo libro l'ho preso perché ero curiosa di leggere la storia originale da cui è stato tratto il film "Un'ottima annata" con Russell Crowe.
Vi scrivo una breve trama: Max Skinner è un uomo d'affari per una prestigiosa compagnia, solo che i proprietari lo licenziano perché non hanno più bisogno di lui. Quando torna nel suo lussuoso appartamento di Londra, trova una lettera proveniente dalla Francia che lo informa della morte dello zio Henry, il quale gli ha lasciato in eredità la sua tenuta a Saint-Pons. Il migliore amico Charlie la sera stessa lo invita a cena e Max gli racconta tutto. Appena Charlie sente parlare della tenuta, lo incoraggia a partire, così con un prestito dell'amico raggiunge la Francia. Passeggiando nei posti di Saint-Pons Max ricorda le estati trascorse insieme allo zio, che gli ha insegnato tante cose, così entusiasta decide di rimettere a posto la villa e il vigneto coltivato dal contadino Roussel, che lo cerca di scoraggiare nel suo intento. Rimanendo nel paese delle sue vacanze Max si sente a suo agio e stringe due belle amicizie con Madame Passepartour, la governante della villa, e Fanny, una ristoratrice a cui tiene molto. Questa tranquillità viene spezzata dall'arrivo di una ragazza americana Christie, che dice di essere la figlia di Henry. Max ha paura di perdere la sua eredità, ma la ragazza lo rassicura e lo aiuto con il vigneto. Christie si accorge che una parte dei filari è ben curata e indagano sul perché. Roussel spinto dalla moglie racconta che lui, il notaio e un'altra persona stavano sfruttando quel vino per arricchirsi. Max e Christie con l'aiuto di Charlie decidono di incastrare i truffatori, ma questi riescono a fuggire. Senza demordere Max si concentra a rimettere a posto la tenuta dello zio con l'aiuto di Roussel e con la compagnia affettuosa di Fanny.
Lo scrittore è riuscito a descrive perfettamente la bellezza dei borghi francesi, tanto da farmi immaginare di trovarmi lì assaporando la calma della campagna in estate.

lunedì 29 settembre 2014


Si è conclusa ieri sera la settimana dei mondiale di ciclismo su strada. Tutti gli atleti hanno corso lungo le strade di Ponferrada, una città spagnola lungo il cammino per raggiungere il santuario di Santiago de Compostela. Di questo mondiale mi è piaciuto: l'incredulità sul volto di Bradley Wiggins prima di scoprire di aver vinto la cronometro; lo scatto vincente di Michal Kwiatkowski nella curva più pericolosa del circuito e il sorriso gioioso di Sofia Bertizzolo sul podio con la sua medaglia d'argento al collo. Ora vi elenco i vincitori iridati:
21/09: Crono a squadre donne: 1e Specialized Lulamon; 2e Orica; 3e Astana be pink
Crono a squadre maschile: 1i BMC racing team; 2i Orica Greenedge; 3i Omega pharma-Quick step.
22/09: Crono donne junior: 1a Steward(Aus); 2a Mathiesen(Den); 3a Hull(Aus)
Crono uomini under23: 1o Flakemore(Aus); 2o Mullen(Irl); 3o Kueng(Svi).
23/09: Crono uomini junior: 1o Kamna(Ger); 2o Costa(Usa); 3o Storer(Aus)
Crono donne élite: 1a Brennauer(Ger); 2a Solovey(Ukr); 3a Stevens(Usa).
24/09: Crono uomini professionisti: 1o Wiggins(Gbr); 2a Martin(Ger); 3a Dumoulin(Ned).
26/09: Corsa in linea donne junior: 1a Dideriksen(Den); 2a Bertizzolo(Ita); 3a Snalniak(Pol)
Corsa in linea uomini under23: 1o Bystrom(Nor); 2o Ewan(Aus); 3o Skjerping(Nor).
27/09: Corsa in linea uomini junior: 1o Bokeloh(Ger); 2o Kulikovskiy(Rus); 3o Lenderink(Ned)
Corsa in linea donne élite: 1a Ferrand Prevot(Fra); 2a Brennauer(Ger); 3a Johansson(Swe).
28/09: Corsa in linea uomini professionisti: 1o Kwiatkowski(Pol); 2o Gerrans(Aus); 3o Valverde(Esp).

lunedì 22 settembre 2014

Ciao a tutti!
domani sarà il primo giorno d'autunno e volevo dedicargli un post, dato che è la mia stagione preferita. Fin da piccola mi piaceva l'aria frizzante (anche se qua durante il giorno arriviamo ancora ai 30 gradi:) ) e le foglie degli alberi che in autunno assumono i meravigliosi colori caldi che caratterizzano questa stagione. Un'altra cosa che mi ricorda l'autunno è la poesia "Soldati" di Giuseppe Ungaretti, il quale aveva paragonato i  soldati alle foglie dell'autunno. Adesso vi lascio con un'immagine che riporta la poesia di Ungaretti.
 

sabato 13 settembre 2014


Oggi vi parlerò del libro "Il richiamo dell'angelo" di Guillaume Musso. L'ho scovato fra gli scaffali della biblioteca e l'ho voluto leggere, dato che sono innamorata dell'altro suo libro "La ragazza di carta".
Vi scrivo una breve trama: La storia comincia una settimana prima di Natale all'aeroporto JFK di New York, dove Madeline Greene e Jonathan Lempereur si scontrano accidentalmente litigando su chi avesse la colpa. Poi le loro strade si dividono: lei sale sull'aereo per Parigi, mentre lui e suo figlio Charly partono per San Francisco. Una volta atterrati scoprono di essersi scambiati i cellulari. Jonathan da subito si mette a curiosare insieme al cognato Marcus venendo a sapere che la dolce fioraia nasconde un passato oscuro. Madeline, quando viene interrogata dall'uomo sul suo cellulare, decide anche lei di indagare su di lui scoprendo che prima del divorzio era un celebre chef. Jonathan non riesce a smettere di curiosare, così scova un file segreto e fra tutti i documenti compare la foto di una ragazza scomparsa due anni prima, che lui è convinto di aver già visto. Decidono di incontrarsi a New York per sapere la verità sulla ragazza e sui loro sentimenti.
E' stata una lettura adrenalinica, fatta di molti e inaspettati colpi di scena. Il libro ve lo consiglio, anche se io continuo a preferire "La ragazza di carta".
P.S. Volevo informarvi che la casa editrice Youcanprint offre fino al 21 settembre uno sconto del 25% sui suoi libri, se li comprate sul suo portale e digitate nel campo coupon il codice sconto PROMO25. Se foste interessati ad acquistare "Un magico matrimonio" o "A passo di tango" risparmiando qualcosa, lo potrete fare ;)

venerdì 5 settembre 2014

Ciao a tutti!
in questa fine estate, in cui la maggior parte convola a nozze, è uscito il mio secondo libro "Un magico matrimonio". L'ho iniziato a scrivere dopo aver partecipato al matrimonio di un mio cugino, che mi ha dato l'ispirazione.

 
Vi scrivo una breve trama: Lucilla Chiodo è un'organizzatrice di matrimoni e vive per il suo lavoro, la madre e la sua gattina Milù. A causa della crisi economica l'azienda, per cui lavora, rischia la chiusura, così Lucilla deve assolutamente trovare un matrimonio da organizzare. Un inaspettato aiuto le verrà offerto dalla cugina Serena, che tormenterà le sue tranquille giornate insieme ad una persona del suo passato...
 
Il libro lo potrete trovare nel sito della casa editrice www.youcanprint.it in formato cartaceo e ebook.
Il formato cartaceo lo potrete acquistare negli store on line o prenotarlo in una libreria, come Feltrinelli o Mondadori. Il suo costo è di euro 12,90.
L'ebook è presente in tutti gli store nazionale e internazionali(è scritto in lingua italiana) e costa 2,49 euro.
Se avete voglia di leggere una storia tenera e romantica non potete lasciarvi scappare "Un magico matrimonio" ;)


domenica 31 agosto 2014

Ciao a tutti!
dopo un breve periodo di vacanza ho pensato di scrivere un post, su una canzone, dato che vi assillo sempre con libri e film:) In questo periodo, in cui ho sempre un po' di malinconia, sono tornata ad ascoltare una delle mie canzoni preferite cantata da Billie Myers, ovvero "Kiss the rain"(se non l'aveste mai ascoltata cliccate qui). Ispirata da questa canzone ho rivisitato una vecchia immagine con cui vi saluto.

martedì 19 agosto 2014

Oggi vi parlerò del libro "Codice a zero" di Ken Follett. Quando mi hanno proposto di leggerlo, non ne ero molto convinta ma, dopo aver iniziato il primo capitolo, mi sono appassionata.
Vi scrivo una breve trama: Un uomo Luke si risveglia nei gabinetti della Union Station di Washington e non si ricorda niente nemmeno il suo nome. Viene aiutato da un barbone, che lo accompagna in una chiesa che assiste i senza tetto, e durante la mattinata scopre molti aspetti del suo carattere. Sfuggendo a degli uomini che lo inseguono, si rifugia in una biblioteca e leggendo un libro sulla memoria decide di indagare sul lavoro che faceva. Dopo vari tentativi capisce di essere un geofisico. Con questa scoperta viene a galla la sua vera identità e ritrova gli amici Bern, Billie, Antony e la moglie Elspeth. Da loro viene a sapere che il giorno prima del lancio del missile Explorer I aveva lasciato Cape Carneval per raggiungere prima Huntsville e poi Washington senza dare una spiegazione. Grazie all'aiuto dei veri amici scopre che qualcuno voleva sabotare il lancio per agevolare l'Unione Sovietica, così corre ad impedire il flop che vogliono riservare alla sua nazione.
Lo scrittore è riuscito a creare la tensione giusta lasciando il lettore sulle spine fino alla fine. Mi è piaciuto anche il racconto che ha fatto per spiegare il ritardo del lancio del missile Explorer I che partì il 31 gennaio 1958 rimanendo nello spazio per dodici anni.

martedì 12 agosto 2014


In attesa dell'uscita del mio secondo libro, che ha come protagonista un'organizzatrice di matrimoni, ho pensato di parlarvi del film "Bride wars-La mia miglior nemica".
Vi scrivo una breve trama: Liv(Kate Hudson) ed Emma(Anne Hathaway) sono amiche dall'infanzia e dall'età di otto anni sognano di sposarsi con i loro principi azzurri all'Hotel Plaza di New York. Nonostante una sia diventata un avvocato affermato e l'altra una brava maestra il loro sogno è sempre lo stesso così, quando Emma riceve la proposta di matrimonio dal fidanzato Fletcher e Liv obbliga Daniel a fare altrettanto, sono al settimo cielo. Felicissime vanno dalla miglior wedding planner di New York Marion Sinclair e riescono a prenotare due date nel loro hotel preferito, solo che la segretaria dell'organizzatrice sbaglia la registrazione. Emma e Liv dovrebbero sposarsi lo stesso giorno, solo che tutte e due vorrebbero avere la loro giornata speciale, così si allontanano e cominciano a farsi uno scherzo dietro l'altro. Il giorno delle nozze, però, sentono la mancanza l'una dell'altra e capiscono che la cosa più importante è la loro amicizia.
Il film è divertente soprattutto quando le due protagoniste si fanno la guerra per poter avere il matrimonio più bello, ma è stata toccante anche la parte finale del loro riavvicinamento.

martedì 5 agosto 2014


Oggi vi parlerò del libro "Camilla punto e a capo" di Alessia Di Giovanni. L'ho preso perché mi aveva incuriosita la breve trama in cui descriveva la "svitata" della protagonista.
Vi scrivo una breve trama: Camilla Mello ha ventisei anni e lavora come giornalista per una rivista femminile occupandosi della rubrica "L'altra faccia dell'autrice del romanzo rosa del mese". In realtà ha ottenuto il suo posto di lavoro mentendo spudoratamente sulle sue capacità. La sua unica preoccupazione, infatti, è trovare un uomo che possa superare il suo test "Meno di 40 e sei fuori" e parlottare di uomini con le sue amiche Olga, dalle relazioni facili, e Caterina, la disegnatrice che scappa da una mamma psico killer. Dopo un'intervista con una scrittrice inglese, a cui non aveva prestato molta attenzione, incontra per caso un uomo, che la intriga ma non lo considera perché non aveva abbinato le scarpe con la giacca. Camilla è convinta di non incontrarlo più, solo che se lo ritrova alla festa premaman di Petra, la figlia del proprietario della rivista, e scopre che si chiama Max ed è l'ex marito della festeggiata. Preoccupata che possa svelare il suo segreto lo ignora e decide di impegnarsi in una relazione con un uomo ricco e sistemarsi, così chiede aiuto a Petra, l'esperta di accasamenti. La donna le presenta diverse persone ma Camilla fa fiasco e così Petra le consiglia Max, che per lavoro fa il date coach. L'uomo l'aiuta e poco alla volta Camilla si accorge di non poter fare a meno dei suoi consigli. Il suo capo, nel frattempo, scopre il suo segreto e tutta la sua vita precipita, così Camilla è costretta a riflettere per capire chi è realmente dietro tutte le sue bugie.
Il libro ve lo consiglio perché non si può fare a meno di ridere delle relazioni sfortunate e degli strani uomini che conosce la protagonista.

lunedì 28 luglio 2014


In questo mese di luglio si è corso il Tour de France e dopo sedici anni è tornato a vincere un italiano. Si è aggiudicato la corsa Vincenzo Nibali seguito da due francesi Jean Christophe Peraud e Thibaut Pinot. Le tre cose che mi sono piaciute di questo Tour de France sono state: la suggestiva tappa sul pavé vinta da Lars Boom; la volata di Matteo Trentin e la vittoria di Tony Martin dopo una fuga solitaria di 50km. Ora vi lascio con le tappe e i loro vincitore:
1a Leeds-Harrogate: Marcel Kittel(maglia gialla); 2a York-Sheffield: Vincenzo Nibali(maglia gialla); 3a Cambridge-Londra: Marcel Kittel; 4a Le Touquet Paris Plage-Lille: Marcel Kittel; 5a Ypres-Arenberg Porte du Hainuat: Lars Boom; 6a Arras-Reims: André Greipel; 7a Epernay-Nancy: Matteo Trentin; 8a Tomblaine-Gérardmer: Biel Kadri; 9a Gérardmer-Mulhouse: Tony Martin(maglia gialla Tony Gallopin); 10a Mulhouse-La Planche des belles filles: Vincenzo Nibali(maglia gialla); 11a Besançon-Oyonnax: Tony Gallopin; 12a Bourg en Bresse-Saint Etienne: Alexander Kristoff; 13a Saint Etienne-Chamrousse: Vincenzo Nibali; 14a Grenoble-Risoul: Rafal Majka; 15a Tallard-Nimes: Alexander Kristoff; 16a Carcassonne-Bagneres de Luchon: Michael Rogers; 17a Saint Gaudens-Saint Lary Pla d'Adet: Rafal Majka; 18a Pau-Hautacam: Vincenzo Nibali; 19a Maubourget Pays du Val d'Adour-Bergerac: Ramunas Navardauskas; 20a Bergerac-Périgueux: Tony Martin; 21a Évry-Parigi: Marcel Kittel. 

martedì 22 luglio 2014


Oggi vi parlerò del libro "Ritratto di donna in cremisi" di Simona Ahrnstedt. Sono rimasta affascinata dalla copertina, che raffigurava una donna con un meraviglioso abito dell'800 rosso scuro, così ho preso il libro.
Vi scrivo una breve trama: Beatrice è una ragazza orfana che vive con gli zii e l'amatissima cugina Sofia. In una serata nevosa di dicembre si recano al Teatro dell'Opera di Stoccolma per assistere alla prima dell'Aida. Nell'intervallo del primo atto Beatrice segue i parenti nel foyer gremito di dame e gentiluomini e inciampa su Seth Hammerstaal. Dopo questo scontro si incontrano in diverse occasioni in cui hanno modo di conoscersi. Seth è intrigato da Beatrice, che è una donna che non ha paura di esprimere quello che pensa, e lei è affascinata da quell'uomo determinato senza riuscire a resistere ai suoi modi seducenti. Si innamorano perdutamente e Seth è pronto a chiedere la sua mano, ma lo zio di lei l'ha già promessa ad un conte. Quando Beatrice viene a sapere dell'accordo matrimoniale, cerca di ribellarsi solo che lo zio la minaccia di far sposare il nobiluomo a Sofia. Beatrice accetta l'accordo e Seth si trasferisce negli Stati Uniti per non soffrire. Il matrimonio viene rimandato fino all'inevitabile e Beatrice scopre che il conte è un uomo violento, ma fortunatamente l'uomo muore poco dopo. Beatrice si sente svuotata e cerca conforto nella dimora francese dell'amica Viviene. Si riprende poco alla volta e non vuole più saperne degli uomini, solo che ad una festa dell'amica ricompare Seth.
La storia d'amore fra i protagonisti è dolcissima, anche se l'autrice li ha fatti soffrire parecchio prima del lieto fine. E' un libro che vi consiglio di leggere perché come dice Simona Ahrnstedt nei suoi ringraziamenti: "il mondo ha bisogno di più amore".
P.S. Per questa estate la casa editrice Youcanprint offre uno sconto del 25% sui libri digitando nell'area coupon del loro portale il codice ESTATE14. Se non aveste ancora comprato "A passo di tango" questa è l'occasione giusta;)


martedì 15 luglio 2014


Ieri ero un po' depressa, così ho pensato di tirarmi su il morale vedendo il dvd di "Mai stata baciata"(il suo titolo originale è "Never been kissed").
Vi scrivo una breve trama: Josie Geller(Drew Barrymore) è una giovane e timida redattrice di un quotidiano di Chicago, che sogna di diventare giornalista. Le viene offerta un'occasione, cioè deve infiltrarsi in un liceo per conoscere i gusti e lo stile di vita dei giovani liceali. Josie cerca di fare amicizia con i ragazzi più "fighi" della scuola, ma con la sua intelligenza finisce nel gruppo dei secchioni e suscita l'interesse del professor Sam Coulson(Michael Vartan). Il suo capo non è per niente soddisfatto perché Josie non riesce a trovare un argomento piccante su cui scrivere un pezzo, così decide di riprendere tutto quello che combina e il fratello minore Rob(David Arquette) si iscrive al liceo per poterla aiutare. In poco tempo diventa la diva della scuola, però un imprevisto alla festa del ballo scolastico fa saltare la sua copertura. Josie si sente libera di poter essere di nuovo se stessa, ma le bugie che ha raccontato la lasciano con l'amaro in bocca. Per non perdere il suo posto di lavoro Josie scrive un articolo in cui rivela di non aver mai avuto una storia d'amore e aspetta con ansia il suo primo e vero bacio dall'uomo di cui si è innamorata.
Il film è divertente e con dolcezza racconta la storia di Josie che, nonostante le prese in giro, non ha perso il suo romanticismo. Vi consiglio di vederlo, anche perché c'è un bellissimo Michael Vartan;)

martedì 8 luglio 2014


Oggi vi parlerò del libro "Il cartomante di Via Venti" di Maria Masella. Sono andata a trovare una zia e sua mamma e, quando quest'ultima ha scoperto che sono un'accanita lettrice, mi ha prestato questo libro.
Vi scrivo una breve trama: Antonio Mariani è un commissario di polizia di Genova e viene chiamato per l'omicidio di Orlando Zagheri, il cartomante Mago Zagor, che aveva una rubrica in una televisione privata di Via XX Settembre(per i genovesi Via Venti). E' stato ucciso con un'arma da taglio alla gola e all'inizio non riescono a capire la ragione dell'assassinio perché Zagheri era un uomo comune, pignolo e molto legato alla madre, la sua unica famiglia. Il commissario comincia ad indagare ma è distratto dalla sua vita privata, infatti la moglie Francesca Lucas gli ha richiesto la separazione. Nel frattempo viene uccisa Valeria Signorelli, colei che aveva trovato il cadavere del mago e rispondeva al telefono della televisione privata. Mariani viene in qualche modo coinvolto ed estromesso dal caso. La moglie, appena lo viene a sapere, lo raggiunge e decide di aiutarlo a scoprire la verità. Con il sostegno di qualche collega fidato iniziano un'indagine parallela e scoprono che dietro alle due morti si cela anche un truffa.
L'inizio del libro è un po' noioso, forse per l'atteggiamento distaccato del protagonista. Quando ci si addentra nell'intrigo dei due omicidi, però, diventa più emozionante, tanto da voler leggere gli altri libri con protagonista il commissario Mariani.

mercoledì 2 luglio 2014


Oggi vi parlerò del libro "Le lettere segrete di Jo" di Gabrielle Donnelly. Quando ho letto che raccontava della storia delle nipoti delle protagoniste del libro "Piccole donne" di Louisa May Alcott, ho deciso di prenderlo perché ero troppo curiosa di leggere le loro avventure.
Vi scrivo una breve trama: Emma, Lulu e Sophie sono tre sorelle, una diversa dall'altra. Emma lavora in un ufficio e si deve sposare con Matthew; Sophie è una ragazza distratta ma decisa a diventare una brava attrice di teatro e Lulu è laureata in biochimica ma non vuole assolutamente fare il lavoro per cui ha studiato. Riunite nel consueto brunch domenicale le sorelle litigano e Fee, la madre delle ragazze, placa i loro animi mandando Lulu in soffitta alla ricerca di un ricettario, che vuole urgentemente la zia Amy di Boston. Nessuno la sopporta ma è l'unica parente della madre, così Lulu si mette a rovistare fra la polvere e le ragnatele trovando una vecchia valigia. Quando la apre, scopre molte lettere segrete della loro trisnonna Jo March. Da quel momento Lulu, appena può staccare dai suoi lavoretti, corre nella soffitta a leggere la storia della sua parente che visse fino a cento anni. Emma, nel frattempo, è impegnata nell'organizzazione del suo matrimonio; Sophie, invece, riesce ad ottenere un parte in una serie televisiva e viene sostenuta dal suo migliore amico Jamie, che è segretamente innamorato di lei. Lulu, al contrario, sta vivendo un periodo difficile, in cui cambia spesso lavoro e scopre che il padre ha avuto un flirt con un'altra donna, e l'unica sua consolazione sono lettere di Jo. Poco alla volta le cose migliorano, infatti capisce il lavoro adatto a lei e conosce Liam, il fratello della sua migliore amica, che le fa battere forte il cuore. Dopo il matrimonio di Emma, Lulu decide di condividere con le sorelle e la madre le lettere segrete della trisnonna Jo.
Mi è piaciuta questa prosecuzione dei libri della Alcott ed è stato divertente leggere le avventure di queste tre sorelle così diverse. Poi questo libro mi ha fatto venire voglia di rileggere "Piccole donne";)

mercoledì 25 giugno 2014

Ciao a tutti!
ieri era San Giovanni Battista, il patrono di Genova, e per l'occasione sono andata a vedere l'arrivo del 75esimo Giro dell'Appennino. In questa edizione gli organizzatori hanno voluto ricordare i 70anni dall'eccidio dei martiri della Benedicta, facendo transitare i corridori nei luoghi dove è avvenuta la strage, ovvero Masone e il Passo del Turchino. Dopo di che hanno corso nelle strade che caratterizzano questa antica corsa con delle modifiche nel percorso. Il celebre Passo della Bocchetta, infatti, l'hanno affrontato nel versante opposto e il primo a raggiungere la vetta è stato Sergey Firsanov, che ha vinto tre GPM sui quattro della giornata. L'arrivo è stato posto in via XX Settembre e 37 corridori sono giunti a disputarsi lo sprint finale: primo Sonny Colbrelli, secondo Grega Bole e terzo Miguel Rubiano Chavez. Vi lascio con la foto del podio.

martedì 17 giugno 2014


Oggi vi parlerò del libro "L'amore non è il mio forte" di Sarah Pekkanen. Quando ho letto la trama non ero convinta di comprarlo, così ho cercato di superare il pregiudizio e l'ho letto.
Vi scrivo una breve trama: Lindsey Rose è una bravissima pubblicitaria a New York e si dedica giorno e notte al suo lavoro, tanto che è convinta di ricevere un'importante promozione. Solo che una collega le soffia il posto e ubriaca commette un errore che obbliga il suo capo a licenziarla. Lindsey si dispera perché il lavoro è tutta la sua vita e si chiude in casa senza più vedere nessuno. Il suo migliore amico Matt l'aiuta a riprendersi e lei decide di voltare pagina tornando nel Maryland. Ai genitori non racconta nulla di quello che le è accaduto, perché non li vuole deludere, e si mette subito alla ricerca di un altro impiego come pubblicitaria. La sua gemella Alex, che è molto bella e lavora in televisione, la invita alla sua festa di fidanzamento con il bello e ricco Gary. Durante la serata Lindsey si accorge della complicità che la sorella ha con il fotografo e amico d'infanzia Bradley ed entra in crisi. Fa dello shopping sfrenato e si fa truccare in una profumeria trasformandosi in una nuova Lindsey. Con questo nuovo look scopre di piacere alle persone e conosce Jane, che ha un'agenzia di incontri. L'aiuta a creare una pubblicità per incrementare i clienti e poco alla volta Jane la coinvolge nel suo lavoro. Lindsey, nel frattempo, nasconde a tutti la sua nuova vita e si impunta a voler conquistare Bradley, che crede di amare. Dopo una serie di eventi Lindsey capisce chi è realmente e qual è l'uomo che ama veramente.
In questo libro emozioni diverse si mescolano e si scopre poco alla volta la protagonista, che dopo aver perso il lavoro, la ragione della sua vita, deve reinventarsi e capire che cosa desidera realmente.

martedì 10 giugno 2014


Ieri sera stavo facendo zapping in tv e mi sono fermata su rai2 perché trasmettevano il film "Mia moglie per finta" ed ero curiosa di vedere come fosse.
Vi scrivo una breve trama: Daniel Maccabee(Adam Sandler) è un chirurgo plastico di successo, che anni prima alla vigilia del suo matrimonio scopre che la sua futura moglie il giorno prima lo aveva tradito. Sconsolato va in un bar e grazie alla fede al dito rimorchia un'altra donna, così decide di usare l'anello e il pretesto di una moglie traditrice per avere tutte le donne che vuole senza incorrere in una storia seria. In una festa di un suo cliente, però, conosce Palmer, una giovane e bella insegnante di matematica delle medie, di cui si invaghisce a prima vista. Passano la notte insieme ma la ragazza scopre la fede e se ne va inorridita perché non vuole avere niente a che fare con gli uomini sposati. Demoralizzato Daniel confida tutto a Catherine(Jennifer Aniston), la sua assistente, che lo rimprovera per il suo comportamento. Daniel, però, non vuole rinunciare a Palmer, così si inventa una storia sulla sua finta moglie per convincerla a stare con lui. Lei accetta ad una condizione, ovvero conoscere la donna. Daniel obbliga Catherine a fare la parte e tutto sembra filare liscio, ma una telefonata dei figli della donna complica le cose perché Palmer vuole incontrare anche i bambini. Daniel fa un accordo con i figli di Catherine e organizzano l'incontro ad un centro divertimenti. Il bambino racconta che lui non lo voleva portare alle Hawaii a nuotare con i delfini perché aveva troppi impegni con la sua nuova compagna. Palmer, che non vuole essere la causa della tristezza del bambino, convince Daniel a partire tutti insieme per l'isola. Alle Hawaii vivono tante avventure e Daniel scopre degli aspetti della sua assistente che non aveva mai notato prima. Una sera escono a cena loro due con l'amica di Catherine, con la quale era sempre stata in competizione, e scoppia la scintilla,;solo che Palmer, ignara di tutto, decide di volerlo sposare l'ultimo giorno della loro vacanza. Catherine ci rimane male e, quando Daniel la chiama per chiederle un consiglio, lei lo convince che ha fatto la scelta giusta. L'uomo è pieno di dubbi, ma dopo aver detto la verità a tutti capisce quello che vuole e indossa per davvero la fede, felice di aver sposato la donna giusta.
Il film è divertente grazie alla presenza di Adam Sandler, ma ci sono alcune scene lente che annoiano.

lunedì 2 giugno 2014


Nell'ultima settimana del Giro d'Italia i corridori hanno dovuto affrontare prove molto dure, per questo faccio un applauso a tutti coloro che l'hanno terminato.
16a tappa: 27/05 Ponte di Legno-Val Martello di 139km. Hanno dovuto scalare 3 salite arcigne e il Passo dello Stelvio è stata la Cima Coppi del 2014. Il primo GPM, quello del Gavia, è stato conquistato da Chalapud; nella discesa lo hanno raggiunto Pellizotti, Cataldo, Vuillermoz, Dupont, Pantano, Niemiec, Kiserlovski, Rosa e Geniez. Riescono ad arrampicarsi sullo Stelvio, poi a qualche chilometro dal Gpm c'è stato uno scatto e Cataldo è riuscito a guadagnarsi la Cima Coppi. Lungo la discesa riescono a sganciarsi dal gruppo maglia rosa Quintana, Hesjedal e Rolland che riprendono tutti i fuggitivi e si involano sulla salita Val Martello. Primo Nairo Quintana, che ha soffiato la maglia rosa al suo connazionale, poi Hesjedal e Rolland, Tappa ancora più dura per via della neve e della pioggia.
17a tappa: 28/05 Sarnonico-Vittorio Veneto di 208km. Ventisei corridori vanno in fuga(Gasparotto, Losada, Vorganov, Felline, De Gendt, Pauwels, McCarthy, Frapporti, Boem, Pirazzi, Canola, Cunego, Bono, Bak, Wellens, Petrov, Deignan, Montaguti, Gatto, Le Bon, Veikkanen, Anton, Oss, Geschke, Malacarne, Van Emden), ma dopo il muro di Ca' del Poggio rimangono De Gendt, Pirazzi, Montaguti, McCarthy e Wellens. Ai meno 1,3km dal traguardo Pirazzi sorprende tutti e gli altri fanno la volata: Wellens e McCarthy; il gruppo maglia rosa è arrivato dopo 15minuti.
18a tappa: 29/05 Belluno-Rifugio Panarotta di 171km. Dopo il Passo San Pellegrino scollinano Arredondo, De Gendt, Zardini, Pellizotti, Sella, Wellens, Keizer, Duarte, Rovny, Cataldo, Deignan, Losada, Basso e Rabottini. Nell'ultima salita De Gendt prova ad anticipare, ma a meno 6km lo riprendono Cataldo,  Pellizotti, Deignan, Duarte e Arredondo; intanto nel gruppo ci sono vari scatti per mettere in difficoltà la maglia rosa. Alla fine i primi arrivati al rifugio sono Arredondo, Duarte e Deignan.
19a tappa: 30/05 cronoscalata Bassano del Grappa-Cima Grappa di 26,8km. Questa tappa ha raggiunto il monumento dedicato ai caduti della Grande Guerra. Quintana consolida la sua maglia rosa, a 17secondi Aru e terzo Uran.
20a tappa: 31/05 Maniago-Monte Zoncolan di 167km. Dopo 8km si avvantaggiano Zoidl, Rogers, Roche, Domont, Bongiorno, Monfort, Serry, Belkov, Cataldo, Cattaneo, Monsalve, Bookwalter, Geschke, Preidler, Pellizotti, Chalapud, Wellens e Zardini. Sulle dure rampe dello Zoncolan rimangono Bongiorno, Pellizotti e Rogers, mentre Quintana e Uran riescono a guadagnare qualche secondo sugli altri uomini della classifica. La tappa la vince Rogers, dopo sono arrivati Pellizotti e Bongiorno.
21a tappa: 01/06 Gemona del Friuli-Trieste di 172km con circuito finale di 7km da ripetere 8volte. Al sesto giro dal termine cercano di evadere Bak e Tuft, li raggiungono Pirazzi, Agnoli e Quintero ma vengono ripresi. Batte tutti in volata Mezgec su Nizzolo e Farrar. Il podio finale per la maglia rosa vede il primo colombiano della storia del Giro Nairo Quintana, che ha conquistato anche la maglia bianca di miglior giovane, Rigoberto Uran Uran e Fabio Aru. La maglia azzurra di miglior scalatore l'ha indossata Julian Arredondo e la maglia rossa di miglior sprinter Nacer Bouhanni.
Di questo Giro d'Italia mi sono piaciute tre cose: il terzo posto di Fabio Aru e il quinto di Domenico Pozzovivo; i continui attacchi di Pierre Rolland e la conquista della Cima Coppi da parte di Dario Cataldo tra cumuli di neve ai lati delle strade e i fiocchi che hanno reso l'azione suggestiva. L'altro momento bello di questo Giro è stato poter essere a Savona a qualche metro dal traguardo ad attendere uno stanco e felice Michael Rogers che alzava le braccia al cielo.

domenica 25 maggio 2014


Il Giro d'Italia per questa nuova settimana è ripartito dall'Emilia Romagna; dopo di che sono transitati in Liguria, passando nella strada sotto a quella dove vivo, Piemonte e Lombardia. Finalmente sono riuscita ad andare a vedere un arrivo, ovvero quello di Savona :)(alla fine vi lascerò con una foto che ho fatto al vincitore). Ora vi racconterò in breve le tappe.
10a tappa: 20/05 Modena-Salsomaggiore di 173km. I corridori hanno attraversato le terre colpite dal terremoto di due anni fa. Tappa pianeggiante Bandiera e Fedi scattano per una fuga che verrà ripresa ai meno 9km dall'arrivo. A qualche metro dal traguardo c'è una caduta, comunque vince Bouhanni su Nizzolo e Matthews.
11a tappa: 21/05 Collecchio-Savona di 249km. Tutti vogliono andare in fuga così è stata una tappa nervosa che non ha lasciato spazio a 14 fuggitivi. Il gruppo ha attraversato Genova, poi una prima volta Savona e si sono arrampicati sulla salita Naso di Gatto. Lungo la discesa riesce a sorprendere tutti Rogers che è arrivato da solo al traguardo, poi volata di Geschke e Battaglin.
12a tappa: 22/05 cronometro individuale Barbaresco-Barolo di 41,9km. Percorso complesso reso più difficile dalla pioggia. Questa cronometro ha rivoluzionato anche la classifica generale, perché il miglior tempo l'ha fatto il colombiano Rigoberto Uran Uran, che diventerà la nuova maglia rosa. Si è lasciato dietro Ulissi a 1 minuto e 17 secondi e Evans a 1 e 34.
13a tappa: 23/05 Fossano-Rivarolo Canavese di 157km. Al km 3 parte la fuga di 6 corridori, ovvero Romero, Dockx, Belkov, Rodriguez, Canola e Tulik. Il gruppo lascia loro poco spazio, ma la grandinata, che si è abbattuta poco prima del loro passaggio, l'indecisione dei velocisti e l'intelligenza di Canola, Rodríguez e Tulik porta questi tre alla volata finale. Primo Canola, secondo il venezuelano e terzo il francese.
14a tappa: 24/05 Agliè-Oropa di 164km. Riescono a prendere un ottimo vantaggio 21 fuggitivi(Agnoli, Frapporti, Sella, Battaglin, Cattaneo, Polanc, Boasson Hagen, Cataldo, Quinziato, Roche, Wellens, Domont, Longo Borghini, Pantano, Keizer, Monsalve, Vermote, Hondo, Santaromita, Quemeneur, Timmer). Nella penultima salita scattano dal gruppo Rolland e Hesjedal, comunque i primi fuggitivi iniziano in testa l'ascesa di 11,8km verso il santuario di Oropa. Si avvantaggia Timmer, che sarà ripreso da Cataldo e Pantano inseguiti da Polanc e Battaglin; nel frattempo dal gruppo scattano Pozzovivo e Quintana. La maglia rosa riesce a difendersi, invece la tappa la vince Battaglin in rimonta su Cataldo e Pantano.
15a tappa: 25/05 Valdengo-Plan di Montecampione di 225km. La fuga ha faticato a partire, ma ce la fanno in 12, ovvero Hansen, Cardoso, Ratto, Cunego, Paolini, Geschke, Bouet, Le Bon, Rodriguez, Felline, Barbin e Torres. Inizia l'asperità e dal gruppo scatta Arredondo, mentre Hansen e Cardoso rimangono a lungo davanti. Il gruppo della maglia rosa li riprende tutti; ci prova Deignan e poi Uran, Rolland, Aru, Duarte e Quintana cercano di lottare per la vittoria. Vince Aru facendo una bellissima azione, secondo Duarte e poi Quintana.


lunedì 19 maggio 2014


Dopo tre giorni in Irlanda la carovana rosa è tornata in Italia approdando in Puglia. Il Giro in questa settimana ha percorso le strade anche della Basilicata, sfiorando il paese di mia mamma, la Campania, il Lazio, l'Umbria, le Marche e l'Emilia Romagna. Ora vi racconterò in breve le tappe.
4a tappa: 13/05 Giovinazzo-Bari di 112km. Proprio in questo giorno nel 1909 iniziò il Giro d'Italia. Questa tappa è stata la più corta ed è stata caratterizzata da una pioggerellina che ha reso viscido l'asfalto, così i corridori hanno percorso con attenzione il circuito di 8,3km da ripetere otto volte. Negli ultimi due chilometri c'è stata una scivolata che ha portato a fare la volata pochi atleti. Vittoria di Bouhanni su Nizzolo e Veelers.
5a tappa: 14/05 Taranto-Viggiano di 203km. La fuga è partita al primo tentativo con 11 corridori: Swift, Viviani, Farrar, Rubiano Chavez, Frapporti, Wegmann, De Haes, Hurel, Monsalve, Thurau e Van Der Sande. Quest'ultimo ai meno 25km riesce a formare un quartetto. Vengono ripresi tranne Thurau che molla solo ai meno 14km. Passano la salita del traguardo e in discesa prova ad evadere Brambilla, che viene ripreso sotto la spinta del team Katusha. Diversi scatti che la maglia rosa riesce a ricucire e Ulissi batte tutti lasciandosi dietro Evans e Arredondo.
6a tappa: 15/05 Sassano-Montecassino di 257km. E' la tappa più lunga del Giro che ha visto protagonisti 4 fuggitivi, ovvero Bandiera, Zardini, Fedi e Torres, i quali ai meno 12km dall'arrivo sono stati ripresi. Ad una rotonda c'è stata una maxi caduta che ha spezzato il gruppo. Solo una dozzina di atleti sono riusciti a proseguire insieme alla maglia rosa Matthews, che in salita ha sprintato vincendo su Wellens e Evans.
7a tappa: 16/05 Frosinone-Foligno di 211km. Al nono km parte la fuga con Anacona, Boem, Chalapud, Thurau e Haas. A causa di scatti e contro scatti vengono ripresi ai meno 3km e i velociti si sono preparati per la volata. Dalle transenne riesce a farsi spazio Bouhanni lasciando il secondo posto a Nizzolo e il terzo a Mezgec.
8a tappa: 17/05 Foligno-Montecopiolo di 179km. Al 23esimokm parte una numerosa fuga(Cattaneo, Pirazzi, Boasson Hagen, Finetto, Bandiera, Berard, Vorganov, Quemeneur, Arredondo e Quintero). Viene affrontata la salita dove si allenava Marco Pantani, ovvero il Cippo di Carpegna, e la maglia rosa non riesce a rimanere nel gruppo; intanto davanti si forma un terzetto e Arredondo si aggiudica il GPM e cerca di andare a vincere la tappa. Nella discesa parte dal gruppo Rolland che si mette all'inseguimento dei fuggitivi rimasti. Nell'ultima asperità Arredondo e Rolland ce la mettono tutta a raggiungere il traguardo, ma Rolland viene ripreso negli ultimi 350m e Ulissi brucia Kiserlovski e Kelderman. Indossa la maglia rosa un altro australiano Cadel Evans.
9a tappa: 18/05 Lugo-Sestola di 172km. I corridori hanno iniziato la corsa a tutta e solo al 49esimokm sono riusciti ad evadere 14 fuggitivi(Malacarne, Tanner, Bono, Puccio, Berard, Rodriguez, Gatto, Duque, Van Der Sande, Weening, Bandiera, Barbin, Monsalve e Vorganov). Tre asperità nella tappa e prima dell'ultima salita di Sestola attacca Weening, che viene raggiunto da Malacarne. Insieme arriveranno al traguardo, mentre nel gruppo della maglia rosa nel punto più duro della salita è scattato Pozzovivo. L'ordine d'arrivo vede primo Weening, poi Malacarne e Pozzovivo.

lunedì 12 maggio 2014

Ciao a tutti!
finalmente sono riuscita a terminare il booktrailer di "A passo di tango". Tra un'indecisione e l'altra è venuto fuori questo piccolo video che vi presento. Non mi resta che dirvi: "Buona visione"


P.S. Per chi fosse interessato in questo mese, ovvero fino alla mezzanotte del 31 maggio, la casa editrice Youcanprint offre sul suo store uno sconto del 25% su tutti i suoi libri.
Se voleste acquistare scontato "A passo di tango", potete mandare un'email al mio indirizzo ilovemylovesla@gmail.com per scoprire il codice sconto.

domenica 11 maggio 2014


E' iniziata la 97esima edizione del Giro d'Italia in Irlanda. Per questo 2014 la carovana rosa, infatti, per i primi tre giorni ha corso lungo le strade irlandesi. Grazie a raisport ho potuto ammirare i territori selvaggi con antiche rovine, castelli, imponenti scogliere, spiagge e tanto verde, in cui sono stati ambientati molti libri che ho letto. Ora, però, vi racconterò brevemente le tappe.
1a tappa: 09/05 cronosquadre a Belfast di 21,7km. La prima squadra a partire dal Titanic centre è stata la Colombia, che giungerà alla 18esima posizione. Le altre hanno raggiunto il Belfast city hall tranquillamente, tranne la Garmin sharp che è rimasta ritardata da una rovinosa caduta di Daniel Martin. Alla fine la squadra vincitrice è stata la Orica Greenedge con 24 minuti e 42 secondi; a 5 secondi è arrivata la Omega pharma - Quick step e terza la BMC. La prima maglia rosa l'ha indossata il canadese Svein Tuft.
2a tappa: 10/05 Belfast-Belfast di 219km con partenza e arrivo identici alla prima tappa, dopo aver percorso la costa nord orientale. A 3km si sono sganciati quattro fuggitivi, ovvero Fedi, Tjallingii, Romero e Armee, che il gruppo ha faticato a riprendere soprattutto Tjallingii che si è arreso ai meno 3,5km dall'arrivo. La tappa si è conclusa con una strepitosa volata di 270m di Marcel Kittel che si è lasciato dietro Bouhanni e Nizzolo. La maglia rosa è passata ad un altro corridore dell'Orica Greenedge, ovvero Michael Matthews.
3a tappa: 11/05 Armagh-Dublino di 187km. I corridori hanno abbandonato l'Irlanda del Nord per approdare nella capitale dell'Eire. La fuga è partita subito con protagonisti la maglia azzurra Tjallingii, Rubiano Chavez, Godoy e Dockx, i quali dopo qualche chilometro sono stati raggiunti da Cecchinel. Intorno ai 50km dall'arrivo c'è stata una caduta, in cui è rimasta coinvolta la maglia rosa che riuscirà a mantenere la leadership. I fuggitivi sono stati raggiunti ai meno 7km, anche se Cecchinel ha cercato di resistere. Strepitosa volata di Kittel che soffia la vittoria a Swift e Viviani.

P.S. Un augurio a tutte le mamme che senza di loro non sarebbe la stessa cosa :)

domenica 4 maggio 2014


Oggi vi parlerò del libro "Morte di un inglese" di Magdalen Nabb. Avevo voglia di leggere un libro giallo e in biblioteca ho scovato questo ambientato negli anni 80.
Vi scrivo una breve trama: In una stazione dei carabinieri di Firenze arriva una telefonata di un uomo, il quale afferma che un inglese è stato ucciso. I pochi carabinieri raggiungono il luogo del delitto e scoprono il cadavere di Langley-Smythe. Il caso sembra subito complesso perché la vittima conduceva una vita apparentemente ritirata; l'arma del delitto si è volatilizzata e l'unico testimone è una bambina, che vive nel piano di sopra e sostiene di aver sentito due spari nella notte dell'omicidio. Il capitano e il giovane carabiniere Bacci, che vuole entrare nella Scuola Ufficiali e sta imparando il mestiere dal maresciallo Guarnaccia, sono gli unici ad occuparsi dell'indagine perché il comando si sta svuotando per le imminenti ferie natalizie. Nel frattempo dall'Inghilterra un potente parente della vittima riesce a mandare a Firenze due agenti di New Scotland Yard, che saranno di grande aiuto per la risoluzione del caso. Il maresciallo Guarnaccia vorrebbe essere d'aiuto prima di raggiungere la sua famiglia a Siracusa per il Natale, ma una bruttissima influenza lo costringe a rimanersene per tutto il tempo a letto. Il capitano e Bacci continuano ad indagare e scoprono che l'inglese non era una brava persona come si pensava, anzi era immischiato nella vendita illegale di opere d'arte. Queste scoperte portano i carabinieri a credere di aver chiuso il caso. Il maresciallo, intanto, si riprende e, dopo uno strano evento accaduto nel palazzo della vittima, capisce chi è il vero assassino, così può tornarsene più tranquillo a casa dalla sua famiglia.
Il libro mi è piaciuto e non avrei immaginato che l'assassino potesse essere quel personaggio. Poi è stato interessante leggere cosa pensino gli inglesi di noi italiani.
P.S. Volevo aggiungere che a breve pubblicherò il booktrailer del mio libro "A passo di tango", appena riuscirò a terminare la realizzazione, e il 9 inizierà il Giro d'Italia, la mia gara ciclistica preferita, che vi consiglio di andare a vedere se dovesse passare sotto le vostre strade ;)

venerdì 25 aprile 2014

Ciao a tutti!
oggi è il giorno in cui si festeggia il 69esimo anno della liberazione dell'Italia dalle dittature. L'Italia nel 1925 divenne un regime totalitario guidato dal partito fascista, che per un lungo ventennio ha imposto le sue idee e la sua forza sulla popolazione. Come tutte le dittature, però, ha fallito quando le persone hanno capito che si potevano meritare qualcosa di meglio. Nel 1943 un accordo fra il re e gli americani fece infuriare i nazisti, storici alleati dei fascisti, che occuparono il nord d'Italia. La popolazione, stufa dei soprusi perpetrati da questi dittatori, si ribellò e il 25 aprile 1945 venne proclamata la liberazione dell'Italia dai regimi totalitari.

domenica 20 aprile 2014

Buona Pasqua a tutti!
oggi si festeggia la resurrezione di Gesù. Questa giornata è una festa soprattutto per i bambini, che per l'occasione ricevono in dono un uovo, solitamente di cioccolato, il quale simboleggia la Pasqua e dicono porti fortuna. Anch'io però non rifiuto un bell'uovo di cioccolato e tutte le pietanze per festeggiare questo evento; domani, che è Pasquetta, si andrà per prati e si cercherà di smaltire quello che si mangia oggi ;)
 

P.S. Vorrei anche ricordare un celebre scrittore, che non è più con noi.
"Forse per il mondo sei solo una persona, ma per qualche persona sei tutto il mondo"
   Gabriel Garcia Marquez

mercoledì 16 aprile 2014


Oggi vi parlerò del libro "Di settembre a Camogli" di Silvana Canevelli. Questo libro l'ho scelto perché sulla copertina c'era scritto "Una storia d'amore tra Liguria e Portogallo"; mi ha incuriosita così l'ho preso.
Vi scrivo una breve trama: Cristina è una giovane insegnante di lettere che torna a Camogli, dopo essere fuggita per qualche tempo ad insegnare in un piccolo paese della pianura padana. Appena giunta a casa, incontra Giuseppe, il suo vicino, che è palesemente innamorato di lei. Cristina però è ancora coinvolta dalla storia d'amore che l'ha lasciata con l'amaro in bocca. Si ritrova a girovagare per Camogli ricordando il suo fidanzatino Gabriele, la madre di lui Leda, il compagno di lei Lorenzo e Francesca, la giovane fidanzata del padre di Gabriele. Rivive tutte le emozioni del passato e si arrovella per l'appassionante tresca con Jimmy, un intellettuale portoghese amico di Leda. La vita lussuosa, in cui vivevano i suoi amici, viene interrotta da una terribile sparatoria in cui muoiono tutti tranne Gabriele, che era a Milano, e Jimmy, che sembra coinvolto in qualche modo nella tragedia. L'uomo scompare, nonostante avesse promesso a Cristina che si sarebbe fatto vivo con lei. Durante questo percorso a ritroso nel passato, Giuseppe cerca di conquistarla e lei lo allontana perché pensa ancora a Jimmy. Una sera un amico dell'uomo la informa che Jimmy è morto ma Cristina non ci crede. Nelle vacanze di Natale decide di raggiungere Nazarè, la terra d'origine di Jimmy, per scoprire la verità.
La storia è carina solamente che tutti i flashback del passato della protagonista e le ricche metafore per descrivere gli stati d'animo di Cristina fanno perdere il filo logico del racconto.

lunedì 7 aprile 2014


Oggi vi parlerò del libro "Appuntamento a Glenmara" di Heather Barbieri. Ero in biblioteca nello scaffale della lettera B alla ricerca d un'altra autrice, quando ho scovato questo libro.
Vi scrivo una breve trama: Kate Robinson scappa da Seattle dopo diverse situazioni negative. La sua collezione di abiti viene bocciata dal suo agente; il suo fidanzato Ethan l'ha lasciata per una delle sue modelle. L'avvenimento più triste, però, è stato la morte della madre con la quale aveva condiviso tutto e le aveva trasmesso la passione per il cucito. Kate parte per il viaggio che lei e sua madre si erano ripromesse di fare nella terra dei loro avi, ovvero l'Irlanda. Dopo aver fatto la turista a Dublino si sposta per visitare le altre meraviglie dell'Irlanda, a causa dell'inefficienza dei mezzi di trasporto si ritrova a girovagare per i territori selvaggi. Durante un terribile acquazzone conosce William, che l'aiuta e le dà un passaggio con il suo carro trainato da cavalli. L'accompagna a Glenmara consigliandole di restare lì fino alla festa di San Brendano. In questo villaggio gaelico Kate incontra Bernie, che la ospita a casa sua e le fa conoscere Aileen, Oona, Moira e Collen, soprannominate le ragazze del merletto. Le donne decidono di insegnarle l'arte del pizzo, mentre Kate vuole ricambiare la loro gentilezza rimodernizzando la loro biancheria intima. Sotto la spinta di Bernie conosce Sullivan, lo scapolo del villaggio che aveva già incontrato all'insaputa dell'amica. Tra varie situazioni negative le donne stringono una forte amicizia con Kate che a Glenmara ritrova se stessa e una nuova serenità.
Il libro mi è piaciuto molto e racconta la storia della protagonista e delle sue amiche affrontando le varie difficoltà in cui si possono trovare le donne, come mariti violenti e la solitudine. Grazie all'amicizia però riescono ad affrontare in modo positivo i loro disagi quotidiani.

lunedì 31 marzo 2014


Oggi vi parlerò del libro "Lettere d'amore" di Katie Fforde. Questo libro l'ho comprato qualche anno fa in una bancarella ed è diventato uno dei miei libri preferiti.
Vi scrivo una breve trama: Laura Horsley lavora in una libreria indipendente insieme al proprietario Henry e il suo migliore amico Grant. La sua più grande passione è la lettura, per questo organizza nel negozio degli incontri con gli scrittori. Nell'ultima serata dedicata agli autori, dato che Henry vuole chiudere la libreria per andarsene in pensione, Laura si mette a chiacchierare con Eleanora Huckleby, un'intraprendente agente, che la trova simpatica e la vuole coinvolgere nell'organizzazione di un festival letterario. Laura è reticente, ma una volta conosciuti Fenella, Rupert, Sarah e Monica decide di collaborare. Durante una cena tutti i partecipanti credono che lei conosca Dermot Flynn, il più grande scrittore irlandese, che si è ritirato in un paesino irlandese. Il possibile finanziatore del festival promette il suo denaro solo se ci sarà il grande scrittore, così Laura e Monica partono per l'Irlanda, dove le due donne diventano amiche e incontrano ad una lettura in un pub Dermot Flynn. Laura gli chiede di partecipare al festival e lui promette la sua presenza facendole una proposta indecente. Dopo una serie di situazioni imbarazzanti Laura e lo scrittore iniziano a chiacchierare svelandosi reciproci segreti. Queste confidenza avvicinano i due, tanto da diventare amici e Dermot decide di partecipare al suo festival, solo che è un uomo imprevedibile e per diverse ragioni fa tremare tutti fino al giorno dell'inaugurazione. Laura, in più di un'occasione, ha potuto conoscere tutti i lati del carattere di Dermot e se ne innamora convincendosi che lui non la possa ricambiare. Finito il festival, infatti, Laura scappa e si trasferisce per lavoro in Irlanda chiedendo agli amici di non rivelargli nulla, ma Dermot terminato il suo nuovo libro la insegue ovunque per dichiararle il suo amore.
E' un libro dolcissimo e dalla prima pagina non si può fare a meno di tifare per Laura, questa timida protagonista che esce dal suo mondo fatto di libri e incontra il suo scrittore preferito che le cambia la vita.

domenica 23 marzo 2014


Da qualche giorno è cominciata la primavera e ho pensato di festeggiarla parlandovi della Classicissima di Primavera, ovvero la Milano-Sanremo. Purtroppo non sono potuta andare a vedere dal vivo questa gara, ma grazie a Rai sport ho potuto guardare tutta la diretta.
Questa mattina alle ore 10.05 duecento corridori sono partiti da Milano per affrontare 294 chilometri della 105esima edizione della Milano-Sanremo. Al chilometro quattro è riuscita ad evadere la fuga, composta da Tjallingii, Barta, Demaar, Parrinello, Haas, Boem e Bono. La corsa è stata caratterizzata da frequenti scrosci di pioggia e durante l'ascesa del Passo del Turchino i corridori hanno incontrato anche la grandine. La fuga è riuscita a proseguire a lungo con un tempo massimo di undici minuti. Raggiunto Capo Mele, la prima delle tre salite, i fuggitivi sono rimasti in quattro e nella salita Costa Rainera-Cipressa sono riusciti a proseguire in accordo solo Tjallingii e Demaar. Dal gruppo, che stava assottigliando sempre di più il vantaggio, è scattato Nibali che ha ripreso i due fuggitivi durante discesa. Per alcuni chilometri il siciliano ha continuato la sua fuga solitaria seguito da Tjallingii e il gruppo, che si è organizzato riprendendo ai meno dodici dall'arrivo il fuggitivo della mattina e Nibali sulla salita del Poggio. Durante l'ascesa ci sono stati vari tentativi di fuga, ma non c'è stata nessuna selezione nemmeno nella discesa tortuosa. Ai due chilometri e novecento metri Colbrelli ha tentato un allungo subito ricucito, così i pochi rimasti si sono preparati per la volata che ha vinto Alexander Kristoff(team Katusha) lasciando diversi metri di distacco a tutti gli altri. Il podio si è completato con Fabian Cancellara(team Trek) e Ben Swift(team Sky). Il norvegese Kristoff ha concluso questa Milano-Sanremo in sei ore cinquantacinque minuti e cinquantasei secondi. Sono contenta per la vittoria di Kristoff e i piazzamenti dei due italiani, ovvero Colbrelli(sesto) e Modolo(ottavo), ma un premio speciale lo darei a Maarten Tjallingii che è stato in fuga per più di duecento chilometri.

venerdì 14 marzo 2014


Oggi vi parlerò del libro "Heat Wave" di Richard Castle. Questo libro l'ho comprato quando ho scoperto che una delle mie serie televisive preferite aveva pubblicato dei libri. Questo è il primo.
Vi scrivo una breve trama: Nikki Heat è un'ottima detective della squadra omicidi di un distretto di New York e si trova a dover indagare sul delitto di Matthew Starr, un ricco immobiliarista. A questo caso le viene affiancato Jameson Rook, un famoso giornalista che vuole collaborare per poter scrivere un articolo sull'attività della squadra omicidi. Nikki non lo sopporta ma il sindaco è irremovibile sulla sua decisione, dato che avrebbe fatto un po' di pubblicità al distretto. Nel frattempo vengono trovati anche i cadaveri di un'esperta d'arte e di un delinquente russo, che aveva attentato alla vita della detective; queste due morti sembrano potersi collegare con l'omicidio di Starr. Con l'aiuto di Lauren Parry, il medico legale, e i colleghi Raley e Ochoa, anche soprannominati Roach per la loro continua collaborazione, Nikki continua ad indagare, nonostante la città sia messa a ferro e fuoco da un'anomala ondata di calore che rende tutto più difficile. La detective, però, con la sua mente fredda e razionale riesce a incastrare tutti i tasselli del puzzle e grazie alle conoscenze di Rook, che le velocizzano la realizzazione delle sue ipotesi e con il quale ha una certa affinità, risolve il suo caso di omicidio.
L'autore ha scritto molto bene le situazioni di azione e suspence, tanto da immaginare di trovarsi lì con i protagonisti. Fino alla fine non si sa chi abbia ucciso i personaggi; per questo, se amate i libri gialli, vi suggerisco la lettura. Un'altra cosa che vi consiglio è la visione della serie tv "Castle", che trasmettono tutti i sabato sera alle 21 su rai due.