lunedì 18 settembre 2017


Seguendo il filone di questo periodo inerente alla musica, ho visto il film "Tutto può cambiare"(il suo titolo originale è "Begin again").
Vi scrivo una breve trama: Dan Mulligan(Mark Ruffalo) è un produttore musicale, che anni prima ha fondato un'etichetta indipendente, ma da qualche tempo è depresso e si è buttato nell'alcol trascurando la moglie e la figlia adolescente. Dopo l'ennesima lite in ufficio, dove è stato licenziato, e in famiglia Dan girovagava per i bar di New York fino a quando non si imbatte in una cantautrice, di cui rimane affascinato. Si tratta dell'inglese Gretta James(Keira Knightley), che è stata appena lasciata dal fidanzato, nonché famosissimo cantante, Dave Kohl(Adam Levine) e non è per niente in vena di cantare. Appena lei finisce la sua esibizione, Dan corre a proporle di farsi produrre da lui, ma lei non ne ha nessuna intenzione. Dopo le insistenze dell'uomo e una notte di riflessioni Gretta chiama Dan convinta di provare la sua idea di trasformarla in una cantante, solo che l'etichetta, in cui lui lavorava, non vuole rischiare di investire su di lei. Dan però non vuole lasciar perdere il talento di Gretta, così gli viene la strabiliante idea di creare lo stesso un album registrando le canzoni per le strade di New York. Con l'aiuto di Steve, l'amico di Gretta, e un piccolo e improvvisato gruppo di musicisti Dan e Gretta iniziano questa avventura del CD che cambierà la vita di entrambe.
La storia è imperniata da un susseguirsi di canzoni nuove e classici della musica con questi due protagonisti, che amano allo stesso modo questo mondo sfuggendo da quello commerciale. L'unica pecca del film è i continui passaggi da una scena ad altre per spiegare l'evento principale, che a mio avviso confonde la visione.

lunedì 11 settembre 2017


Oggi vi parlerò del libro "Tutto in una sola notte" di Kylie Scott. In una libreria c'era un'offerta, in cui potevi acquistare una trilogia a poco prezzo. Tra tutte le serie quella che mi ha incuriosita, visto che i protagonisti sono delle rockstars, è stata "The lick series" di Kylie Scott. Cominciamo con la prima storia, che ha ispirato la realizzazione del mio racconto "Batticuore rock".
Vi scrivo una breve trama: Dopo una notte movimentata per festeggiare i suoi ventun anni, Evelyn Thomas si risveglia nella sua camera d'albergo accanto al gabinetto e ad un uomo tatuato, seminudo e molto attraente. Evelyn però non si ricorda niente perché ha bevuto un po' troppo durante i festeggiamenti. L'uomo, allora, la informa che si chiama David Ferris e che si sono sposati, così lei va in panico trattandolo in malo modo. Lui ci rimane male e la rassicura che il giorno dopo le farà arrivare i documenti per il divorzio e si allontana infuriato. Evelyn prepara le sue valigie per ritornare il più in fretta possibile alla sua tranquilla vita di studentessa di architettura a Portland e non svela niente all'amica Lauren, quando insiste per sapere dove fosse finita ad un certo punto della sua festa. Arrivate all'aeroporto le due ragazze vengono tartassate dai fotografi e Lauren l'aiuta a scappare, costringendola a raccontarle che la notte prima si era sposata con David Ferris, il chitarrista degli Stage Dive. Lauren è contenta per lei, mentre Evelyn non è per niente entusiasta perché questo matrimonio non rientrava nei suoi piani, come gli ricorda suo padre in modo furioso quando lo raggiunge a casa. Dopo diverse ore a sentire i rimproveri paterni, le arriva un messaggio di David, che le ha mandato un bodyguard il quale ha il compito di portarla a Los Angeles per avviare le trattative per il divorzio. Senza riflettere Evelyn parte e una volta giunta nella città degli angeli si ritroverà catapultata nel mondo pieno di eccessi delle rockstars. Suo marito David, comunque, non sembra propenso a seguire il caos che lo circonda, ma è molto più interessato alla sua giovane moglie.
E' una storia carina e molto hot. Dopo che vi avrò recensito anche gli altri libri de "The lick series", vi dirò quale mi è piaciuto di più ;)

P.S. Se non lo aveste già fatto, vi ricordo che fino a questa domenica(17 settembre) potrete votare sul blog "La mia biblioteca romantica" il mio racconto "Batticuore rock" cliccando qui(la votazione è sulla sinistra del sito e il mio racconto è l'ultimo dell'elenco) ;)

lunedì 4 settembre 2017

Ciao a tutti!
vi ricordate il post di lunedì scorso, in cui vi presentavo il racconto "Batticuore rock"?! Bene, da oggi fino al 17 settembre potrete votarlo sul sito del blog "La mia biblioteca romantica. Se cliccate su questo link http://bibliotecaromantica.blogspot.it/2017/09/e-ora-di-votare-i-racconti-di-summer-in.html#comment-form troverete tutte le istruzioni per poterlo votare, comunque sulla sinistra del home page del blog ci sono tutti i racconti pronti per essere votati. "Batticuore rock" è l'ultimo della lista, quindi ora vi saluto esortandovi a votare il racconto :) VOTATE BATTICUORE ROCK :)


lunedì 28 agosto 2017

Ciao a tutti!
oggi il mio cuore è in preda ad un batticuore forsennato, perché dopo molti giorni di tristezza e malinconia mi è accaduta una bella cosa. Il blog "La mia biblioteca romantica" mi ha permesso di partecipare al concorso "Summer in love 2017" con il mio racconto "Batticuore rock", in cui una rockstar trascorre le vacanze estive dalla nonna in un paesino a più di 700m e si imbatte in una bibliotecaria che gli fa provare un batticuore forsennato. Prima di invitarvi a leggerlo e a votarlo la prossima settimana, vorrei dedicare questo racconto al mio cagnolone Ringo, che dopo meravigliosi 14 anni e 4 mesi insieme ci ha lasciati.
Ecco a voi il link per leggere il mio racconto "Batticuore rock" :)

http://bibliotecaromantica.blogspot.it/1999/08/summer-in-love-2017-batticuore-rock-di.html



lunedì 21 agosto 2017


Oggi vi parlerò del libro "La ferocia del cuore" di Anita Nair. Ho letto la trama di questo giallo ambientato in India e mi ha incuriosita.
Vi scrivo una breve trama: Borei Gowda è un ispettore della polizia di Bangalore ed è un tipo un po' fuori dalle righe. Quando indaga concentra tutte le sue attenzioni sull'individuazione dei delinquenti, mentre la maggior parte dei suoi colleghi sono facilmente corruttibili pur di far carriera. In città vengo ritrovati i cadaveri di un farmacista e dell'amante di un gangster; tutti e due sgozzati con un filo con la fibra di vetro. Gowda intuisce che dietro ci sia la mano di un serial killer ma i suoi superiori non gli credono, così con l'aiuto del sottoispettore Santosh prosegue le sue indagini. L'assassino, intanto, continua a uccidere e la chiave per la risoluzione del caso porta Gowda e Santosh nei bassifondi di Bangalore in mezzo a eunuchi e delinquenti di svariate specie. Durante questa indagine Gowda si ritrova a far fronte ai problemi della sua vita privata; la preoccupazione che il figlio Roshan si droghi e l'arrivo di Urmila, la fidanzata ai tempi dell'universita che è tornata in città e sembra decisa a conquistarlo. La preoccupazione della vita privata va a pari passo con gli indizi fragili e mutevoli degli omicidi. Il Super Senso Sakaath di Gowda, come tutti lo chiamano alla stazione di polizia, risolverà i casi di omicidi con il filo in fibra di vetro.
E' stato interessante avere un quadro della vita in India, anche se devo ammettere che come libro è stato un po' crudo, soprattutto nella descrizione delle vittime e dei comportamenti del serial killer.

lunedì 14 agosto 2017


Domani è Ferragosto, se sarete costretti a passarlo in casa vi consiglio il film "Il giorno in più" che vi farà divertire ;)
Vi scrivo una breve trama: Giacomo Pasetti(Fabio Volo) è un quarantenne dedito al lavoro di manager ma allergico alle responsabilità e alle relazioni finalizzate al matrimonio. La sua ultima ragazza per la rabbia gli butta le chiavi dell'auto in un naviglio, così è costretto a prendere il tram per andare al lavoro. Durante il viaggio Giacomo si mette a osservare i passeggeri del mezzo e tra loro rimane colpito da una donna, che lo nota di sfuggita; nel frattempo conduce la sua vita scapestrata: conquistare donne sposate e fare disperare la sua migliore amica Silvia e sua madre(Stefania Sandrelli). Tutti i giorni Giacomo intravede la donna del tram e con il passare del tempo ne è sempre più attratto, tanto da inventare una storia d'amore per sfuggire dalle attenzioni di una donna, che non gli piace, e racconta questa bugia a tutti quelli che conosce. Un bel giorno la donna del tram lo invita a bere un caffè e Giacomo le rivela che ha inventato tutto su di lei e su di loro. Michela(Isabella Ragonese) è spaventata da lui e cerca di scappare, ma Giacomo le corre dietro per restituirle il suo accendino e la invita a cena. Mentre mangiano si confidano le loro idee e Giacomo scopre che a Michela non piacciono le storie d'amore perché finiscono sempre male e, quando si devono salutare, lo informa che il giorno dopo andrà a New York per lavoro e le sembrava giusto dirglielo. Giacomo si sente depresso perché per la prima volta in un giorno solo ha incontrato la donna dei suoi sogni. Mal volentieri accetta un incarico a Buenos Aires, solo che quando fa scalo negli Stati Uniti raggiunge New York. Cerca Michela e quando la trova le chiede un'opportunità. A Giacomo viene in mente un'idea, ovvero fare finta di essere fidanzati per quattro giorno e vedere se possono funzionare insieme. Tutto però sempre correre contro di loro.
E' una storia carina, anche se Giacomo assomiglia più a uno stalker che ad un innamorato. Poi in questo film mi piace lo scenario autunnale con tutti gli alberi con le sfumature sull'arancio e i colori caldi dell'autunno.

lunedì 7 agosto 2017


Oggi vi parlerò del libro "Quel ragazzo della porta accanto" di Josie Lloyd e Emlyn Rees. Mi incuriosiva la lettura di un libro scritto a due mani.
Vi scrivo una breve trama: Fred è un uomo schivo che lavora nel marketing e fra poche settimane si deve sposare con la bella e modaiola Rebecca. Gli piace l'idea di diventare suo marito per il bel rapporto che ha instaurato con il padre di lei, dato che con il suo non c'è mai riuscito. Un giorno, in cui la fidanzata è a Oslo per lavoro, Fred va nel negozio di giocattoli per comprarsi un videogioco e incontra Mickey, la sua migliore amica dell'infanzia. Appena si guardano negli occhi, entrambe si studiano per riprendere confidenza con l'amico che da quindici anni non rivedono. Presa dall'agitazione Mickey gli racconta che è lì per comprare un aquilone al figlio Joe e lo invita ad andarla a trovare nel suo negozio di fiori. Lei crede di essersi comportata come una scema impacciata ed è convinta che non lo rivedrà più; invece Fred si presenta in negozio e riesce a chiacchierare con Joe diventando suo amico. I ricordi del passato si frappongono con il loro presente e Fred e Mickey non ce la fanno a stare troppo lontani l'uno dall'altra, ma c'è di mezzo il matrimonio di Fred con Rebecca che li fa desistere dal confessare all'altro i propri sentimenti.
L'inizio è un po' lento e noioso ma dopo l'incontro nel negozio di giocattoli la storia prende quota ed è dolcissima con due personaggi teneri e inseparabili.