domenica 21 gennaio 2018


Oggi vi parlerò del libro "La ragazza n.9" di Tami Hoag. Prima recensione dell'anno con un bel thriller, che mia sorella Carlotta ha trovato spulciando tra gli scaffali della biblioteca.
Vi scrivo una breve trama: Nella serata fredda di Capodanno a Minneapolis una Hummer sfreccia sulla superstrada. All'interno della limousine si sta festeggiando l'ultimo dell'anno, quando un'auto nera si immette davanti alla Hummer. L'autista si deconcentra dalle ragazze mezze nude dietro di lui e proprio in quel frangente dal portabagagli dell'auto scura salta fuori il corpo di una ragazza con il volto sfigurato, che va a sbattere contro il vetro della limousine. Sulla gelida scena del crimine sopraggiungono il detective Sam Kovac e la sergente Nikki Liska. Nonostante la lunga carriera nella Omicidi, entrambe rimangono sconvolti dalla visione di questa ragazza e provano ad interrogare l'autista, che continua a ripetere di aver investito una zombie. Partono le indagini su questa sconosciuta e subito pensano si tratti della nona vittima di Doc Holiday, un serial killer che stanno cercando di identificare. Dopo l'autopsia, però, si scopre che la ragazza non è morta per le ferite da arma da taglio ma a causa dell'acido che l'ha sfigurata. Sam e Nikki sono dubbiosi che sia il loro serial killer, in quanto l'acido non rientrava nel suo modus operandi. I due poliziotti seguono diverse piste e, quando riescono a identificare la vittima in Penny Gray che frequentava lo stesso istituto del figlio di Nikki, l'indagine prende un'altra piega.
E' un thriller avvincente, in cui si rimane sempre con il fiato sospeso. Più di una volta sono saltata su per la tensione presente nell'intreccio della storia, quindi se siete amanti di thriller ad alta tensione non lasciatevi sfuggire questo libro.

sabato 13 gennaio 2018

Ciao a tutti!
come avevo accennato nel post dell'Epifania, oggi vi presento il mio quinto libro "Una lettera solo per te". L'idea di questa storia mi è stata suggerita da mia sorella Carlotta, che mi ha proposto: "Perché non scrivi un libro in cui la protagonista riceve una lettera cartacea, nonostante viviamo in mezzo ai social?!". Alla fine, dopo diversi tentativi perché avrò scritto almeno tre versioni prima di raggiungere quella attuale, ho creato "Una lettera solo per te".

Vi scrivo una breve trama: Ilaria Rebora è appena tornata dalle vacanze estive e Hektor, il ragazzo che credeva fosse il suo fidanzato, si è sposato a sua insaputa con un'altra. Per questa ragione è convinta che non troverà più l'amore. Suo padre e la sua amica Ana Laura cercano in tutti i modi di risollevarle il morale, ma la delusione è così grande che nemmeno il suo film preferito le dà un po' di gioia. Inaspettatamente l'amore imprevedibile si palesa davanti a Ilaria sotto forma di una lettera, scritta da un uomo che il destino le fa incontrare, anzi scontrare, più volte...

"Una lettera solo per te" lo potrete acquistare:
  • In versione cartacea sul sito di Youcanprint, su altri store on-line (per esempio Ibs lo vende con uno sconto del 15%) o nelle librerie fisiche come Feltrinelli, Mondadori, Giunti o altre (se vi fanno problemi, insistete un po' che anche loro ve lo faranno arrivare ;) ) e il suo prezzo è 14€.
  • In versione ebook costa 1,49€ ed è presente sul sito di Youcanprint, su Google books e su altri store on-line.
Prima di salutarvi vorrei ringraziare mia sorella Roberta, che ha fatto la fotografia per la copertina e ha realizzato l'immagine per il retro della versione cartacea (se siete curiosi di sapere che cos'è, vi consiglio di comprarla ;) ). Ora vi mando un saluto invitandovi ad acquistare "Una lettera solo per te", una storia in cui il destino si intreccia al romanticismo ;)

sabato 6 gennaio 2018

Buona Epifania a tutti!
anche quest'anno la Befana con la sua scopa di saggina vola e tutte le festività natalizie si porta via ;)
Queste vacanze per me sono state imperniate dall'ansia di preparare gli esami universitari, con qualche dolce frangente dato dai cioccolatini e dai miei adorati libri, che coloro che mi conoscono bene per Natale me ne hanno regalati un bel po' ;)
Tornando a questa festività, a tutti quelli che seguono sempre il mio blog, volevo farvela trascorrere leggendo un po' e solo per voi c'è il mio invito a cliccare sul titolo del mio quinto libro "Una lettera solo per te", dove troverete una piccola anticipazione in attesa di scrivere una bella presentazione per la mia nuova creatura ;)
Dato che siamo nell'ultimo giorno di festa mi piace l'idea di salutarvi lasciandovi la possibilità di leggere anche qualche stralcio degli altri miei quattro libri: "A passo di tango", "Un magico matrimonio", "Per colpa di mamma" e "E alla fine..."
Buona Epifania e Buona lettura :)

lunedì 1 gennaio 2018

Buon anno a tutti!
al 2017 non riesco a dare un voto numerico, come faccio di solito, in quanto in questo anno, volto al termine, mi sono successi eventi ambigui. A maggio sono andata a vedere la tappa del Giro d'Italia di Tortona vedendo il vincitore Fernando Gaviria alzare le braccia al cielo e a luglio sono riuscita a passare il colloquio, che mi ha permesso di iscrivermi, dopo anni d'attesa, alla magistrale di Scienze Pedagogiche. Allo stesso tempo, però, io e la mia famiglia abbiamo vissuto i due eventi, che secondo dei ricercatori sono i più stressanti nella vita di un essere umano, ovvero il trasloco e il lutto. Il 2017 è stato significativo perché il primo di agosto ci ha lasciati Ringo, la "nostra pepita d'oro", e il vuoto che ha lasciato è immenso o, forse è più giusto dire, infinito. Per questo 2018 vorrei citare il film "Barefoot" con Scott Speedman e Evan Rachel Wood. Ad un certo punto della storia Daisy per difendere Jay dalle insistenze di suo padre ripete a tutti: "Abbiamo un progetto!". Bene...anch'io avrei un progetto per il 2018, che per scaramanzia non vi svelo ;) Vi stringo in un caldo abbraccio e vi auguro un caloroso 2018 :)

lunedì 25 dicembre 2017

Buon Natale a tutti!
risveglio e subito dopo apertura dei regali, ma quest'anno non è stata la stessa cosa perché è il primo Natale che trascorriamo senza il nostro cucciolone Ringo:( Mia mamma, comunque, si è messa ai fornelli e il menù sarà stellare: tapas di salame, pasta al forno, arrosto e patate al forno, frutta e dolci(panettone genovese, biscotti all'arancia e tortini alle more con la forma di Babbo Natale). Inoltre per queste festività siamo sommersi dai cioccolatini, dato che siamo andati a Torino per due volte ci siamo fatti prendere la mano nell'acquistarli. Ora abbiamo ogni assortimento di cioccolatini e sento già la bilancia rimproverarmi per i chili di troppo XD Dopo tutti questi sproloqui auguro a tutti voi un felice e cioccolatoso Natale ;)
Buon Natale, Merry Christmas, Bon Noël, Feliz Navidad, Feliz Natal, Fröhliche Weihnacht...



giovedì 21 dicembre 2017


Oggi vi parlerò del libro "Pagine d'amore" di Karen Kingsbury. Mancano quattro giorni al Natale e ho pensato di proporvi questo libro adatto all'atmosfera natalizia.
Vi scrivo una breve trama: Molly Allen vive e lavora a Portland, ma ogni "venerdì nero" il suo cuore torna a Franklin in Tennessee dove ha vissuto i due anni più felici della sua vita. Ryan Kelly invece vive a Nashville e da poco è un chitarrista disoccupato, che in quel periodo prenatalizio non fa altro che pensare a Molly e le meravigliose ore trascorse insieme a lei nella piccola e deliziosa libreria The Bridge, in cui lui e Molly si rifugiavano per leggere e immaginare il loro futuro. Dopo sette anni e una terribile alluvione Charlie Barton è sull'orlo della bancarotta ed è costretto a chiudere The Bridge. A causa della disperazione e una lastra di ghiaccio Charlie ha un brutto incidente automobilistico ed entra in coma. Appena Ryan lo viene a sapere, corre per aiutare l'uomo, sua moglie e la libreria. Per salvare The Bridge contatta tutti i vecchi e nuovi clienti e tra loro Ryan ritrova Molly. Il tempo sembra essere rimasto a sette anni prima, ma questa volta sotto la magia del Natale.
E' un libro dolcissimo sul senso delle seconde possibilità, infatti i due protagonisti si riuniscono grazie ad una libreria indipendente, che ha avuto anche lei una seconda chance e ha donato loro bei ricordi e il senso profondo dell'amore.

giovedì 14 dicembre 2017


Ciao a tutti!
si avvicina sempre di più il Natale e con lui la frenesia degli ultimi regali, quindi si corre in fretta ai mercatini alla ricerca disperata di qualcosa di adatto per i nostri cari. Per rilassarsi un po' dallo stress ho pensato di proporvi il mio primo racconto di genere giallo. Si intitola "Krampus", è ambientato a Bolzano in questo periodo dell'anno ed è nato da una sfida con la mia amica Vanessa. Spero che sia una buona lettura, comunque fatemi sapere cosa ne pensate. Un saluto :)


1

La Jeep sobbalzò sulla strada sterrata. Anna la fermò accanto a due volanti della polizia con i lampeggianti accesi. Sganciò la cintura di sicurezza e uscì dall’abitacolo. Una ventata gelida la investì costringendola a nascondere le mani nelle tasche del suo Napapijri. Come odiava l’inverno, soprattutto adesso che l’avevano trasferita a Bolzano. Anna sbuffò e con gli anfibi, che sprofondavano nel fango, superò il nastro bianco e rosso entrando nella scena del crimine.
Mastodontici mezzi per lo scavo circondavano una fossa di un diametro di trecento metri. Un collega si allontanò da una betoniera e si avvicinò ad Anna.
«Mainardi, buon giorno»
«Se ti sembra un bel giorno…- commentò scuotendo la testa e sbirciando il buco profondo più o meno tre metri e mezzo gli chiese – Allora, Biagi, che cosa abbiamo?»
L’uomo l’affiancò e guardando la stessa direzione della donna le spiegò:
«La devo avvisare che lo spettacolo è davvero…raccapricciante!»
Anna si voltò verso di lui e con gli occhi puntati in quelli verdi del collega lo redarguì:
«Biagi! Non sono una donnetta qualunque! Sono dieci anni che sono una poliziotta e ho visto più cadaveri di te, pivellino»
L’agente abbassò per un frangente lo sguardo sui suoi mocassini infangati e riportandolo sull’ispettrice asserì mettendosi sull’attenti:
«Abbiamo cinque cadaveri. Quattro sono scheletri, mentre uno è ancora integro e il medico legale…»